Rinoplastica in età avanzata: pro e contro

La Rinoplastica è un intervento chirurgico per la modifica del naso, che può essere affrontato sia per questioni legate all’ambito della salute, sia per questioni prettamente estetiche anche in età avanzata.

L’intervento

Esistono due modi di procedere: il primo prevede un intervento “interno”, che viene eseguito tramite l’utilizzo di laser e metodologie poco invadenti mentre il secondo prevede un intervento “aperto”, attraverso il quale si va ad incidere la pelle per intervenire direttamente sulla parte ossea o sulla cartilagine.
Quando si subisce un trauma al setto nasale specie in età avanzata, può essere necessario intervenire chirurgicamente per ripristinare il suo corretto posizionamento ed eliminare la possibilità che l’osso si saldi in maniera scorretta e provochi problemi alla respirazione, specialmente durante la fase del sonno, momento in cui la respirazione può diventare rumorosa.
Il setto nasale deviato può essere un problema congenito che la rinoplastica Milano risolve quotidianamente, prestando particolare attenzioni alle cause specifiche del problema e all’età del paziente, cosa che permette di intervenire in modo pratico e veloce riducendo al minimo i rischi dell’operazione.
Oltre ad avere ripercussioni sulla salute, i problemi dati dal setto nasale deviato possono manifestarsi anche sull’estetica: per questo motivo la rinoplastica ha fatto passi da gigante e ha perfezionato le tecniche di intervento.
Avere un bel naso è ormai facile a qualsiasi età e si può intervenire sia sulla cosiddetta gobba che sulla parte cartilaginosa, di cui fanno parte narici e punta.

I pro

La rinoplastica consente dunque di avere una respirazione più fluida, di eliminare il problema del russare ma anche di avere un naso dritto e proporzionato, senza dover subire le piccole imperfezioni congenite.

I contro

I contro sono costituiti dal fatto che il setto nasale è una parte molto sensibile e dunque è spesso necessario una sedazione completa del paziente, che con molta probabilità avvertirà dolore anche nei giorni a seguire dopo l’intervento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *